Ti trovi qui: Home > Attività > PIRAP


Chiudi visualizzatore foto  X 
Foto N°1
Foto Archivio fotografico del Parco Nazionale del Vesuvio
 

Ritorna al menù

PIRAP

Il Progetto Integrato Rurale Per Le Aree Protette (PIRAP)

AVVISO PIRAP
Disponibile tra gli allegati la pubblicazione sul BURC n.38 del 18.06.2012 del Decreto Dirigenziale AGC11 n.47 del 13.06.2012, relativo alla preammissione a finanziamento del Pirap del Parco Nazionale del Vesuvio. Entro 160 giorni dalla pubblicazione dovranno essere presentate le domande di aiuto all'AGC11 della Regione Campania, pena la revoca dei finanziamenti.


Il Progetto Integrato Rurale per le Aree Protette (PIRAP) è uno strumento attuativo del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) della Campania per il periodo di programmazione 2007-2013. In particolare, si tratta di un progetto di investimento a carattere collettivo predisposto sulla base di un approccio integrato volto a garantire il miglioramento dei sistemi di governance locale ovvero l’organizzazione di un sistema di relazioni realmente partecipato tra gli attori dello sviluppo locale e/o settoriale.


Il PIRAP si basa sulla condivisione di una visione strategica, coerente con la piattaforma delle risorse del Parco, ed integra interventi pubblici attorno ad un tema portante promuovendo e realizzando interventi pubblici coordinati destinati a:
• promuovere e realizzare interventi pubblici coordinati, destinati a migliorare lo stato di conservazione del patrimonio naturalistico e paesaggistico e ad elevare la attrattività del territorio;
• adeguare le dotazioni infrastrutturali del territorio;
• migliorare la fruibilità dei servizi essenziali alle popolazioni locali;
• diffondere le tecnologie di comunicazione ed informazione;
• prevenire i rischi ambientali nel quadro della valorizzazione naturalistico-paesaggistica del territorio;
• diminuire i divari territoriali in termini di disagio.

Il tema portante dovrà essere riconducibile ad uno dei seguenti ambiti:
• ambiente e risorse enogastronomiche
• ambiente e turismo rurale
• ambiente e miglioramento della qualità della vita nelle aree protette
• ambiente e biodiversità.

Esso, quindi, ha una forte connotazione ambientale ed è formulato dall’Ente Parco che provvede a promuovere una larga concertazione negli ambiti di competenza diretta a favorire la partecipazione alla definizione di ciascuno progetto da parte dei diversi portatori di interessi pubblici e privati presenti sul territorio.

Le misure attivabili nell’ambito del PSR sono quelle destinate a migliorare le condizioni di contesto dei territori interessati, sia sul versante ambientale, sia su quello dei servizi, sia su quello delle infrastrutture rurali. Il PIRAP potrà, pertanto, prevedere l’attivazione delle seguenti Misure nei limiti delle risorse finanziarie destinate al PNV - che sono pari a euro 10.662.000 - e solo per interventi destinati ad operatori pubblici:

- ASSE 1:
• Misura 125 “Infrastrutture connesse allo sviluppo e all’adeguamento dell’agricoltura e delle silvicoltura” (limitatamente alla sottomisura 2 “ Viabilità rurale e di servizio forestale”) (art.30 del Reg.(CE) n.1698/05 – cod. UE 125);

- ASSE 2:
• Misura 216 “Utilizzo sostenibile dei terreni agricoli: investimenti non produttivi” (limitatamente agli investimenti destinati ad operatori pubblici) (art.41 del Reg.(CE) n.1698/05 – cod. CUE 216);
• Misura 226 “Ricostituzione del potenziale forestale e interventi preventivi” (art.48 del Reg.(CE) n.1698/05 – cod. UE 226);
• Misura 227 “Utilizzo sostenibile delle superfici forestali: investimenti non produttivi” (limitatamente agli investimenti destinati ad operatori pubblici) (art.49 del Reg.(CE) n.1698/05 – cod. UE 227);

- ASSE 3:
• Misura 313 “Incentivazione di attività turistiche” (art.55 del Reg.(CE)n.1698/05 – cod. UE 313);
• Misura 321 “Servizi essenziali alle persone che vivono nei territori rurali” (limitatamente alla misura d) centro di aggregazione comunale) (art. 52 (b) (i) del Reg.(CE) n.1698/05 – cod. UE 321;
• Misura 322 “Sviluppo, tutela e riqualificazione del patrimonio rurale” (art. 52 lettera bii del Reg.(CE) n.1698/05 – cod. UE 322);
• Misura 323 “Rinnovamento villaggi rurali” (art.57 del Reg.(CE) n.1698/05 – cod. UE 323);


IL 5 OTTOBRE 2009 è STATO SIGLATO L’ACCORDO CHE DISCIPLINA IL RAPPORTO DI COOPERAZIONE TRA REGIONE CAMPANIA ED ENTE PARCO NAZIONALE DEL VESUVIO

IN DATA 13 OTTOBRE IL PARTENARIATO PUBBLICO DEL PIRAP SI E’ FORMALMENTE COSTITUITO CON LA SOTTOSCRIZIONE DEL PROTOCOLLO DI INTESA. IL PARTENARIATO PUBBLICO DEL PARCO NAZIONALE DEL VESUVIO E’ DUNQUE COSI’ COSTITUITO:

L’Ente Parco Nazionale del Vesuvio

La Regione Campania

La Provincia di Napoli

Il Comune di BOSCOREALE

Il Comune di BOSCOTRECASE

Il Comune di ERCOLANO

Il Comune di MASSA DI SOMMA

Il Comune di OTTAVIANO

Il Comune di POLLENA TROCCHIA

Il Comune di SAN GIUSEPPE VESUVIANO

Il Comune di SANT’ANASTASIA

Il Comune di SAN SEBASTIANO AL VESUVIO

Il Comune di TRECASE

Il Comune di TERZIGNO

Il Comune di SOMMA VESUVIANA

Il Comune di TORRE DEL GRECO



I bandi delle singole misure sono soggetti ad aggiornamenti.
Per approfondimenti ed aggiornamenti si suggerisce di consultare il sito http://psragricoltura.regione.campania.it, oppure il sito della regione Campania http://www.sito.regione.campania.it/agricoltura/PSR_2007_2013/psr-home.html


LA DOCUMENTAZIONE PUBBLICATA E' AGGIORNATA ALLA DATA DEL 30 NOVEMBRE 2012



Credits - © Copyright 2014 by Ente Parco nazionale del Vesuvio - Tutti i diritti sono riservati - Webmail