Ti trovi qui: Home > Comunicazione > Comunicati Stampa

Altre notizie

N.1

...a bordo del PARCO NAZIONALE DEL VESUVIO

...a bordo del 'Parco Nazionale del Vesuvio'


N.2

Progetto ECOCAMPUS - VESUVIO WILD

Progetto ECOCAMPUS - VESUVIO WILD


N.3

Guide esclusive del Parco nazionale del Vesuvio

Pubblicazione elenco delle guide esclusive del Parco nazionale del Vesuvio



Ritorna al menù

Comunicati Stampa

Al via la sesta edizione della “Vesuvio Exhibition" quest'anno abbinata al Trofeo Ecosport 2007

Un evento. Sportivo, sociale, ambientale. Partirà domani  pomeriggio la VI edizione della “Vesuvio Exhibition”. Una  tre giorni all’insegna del divertimento, dello sport e  della natura, che si propone di lanciare un messaggio  “eco-sportivo” soprattutto ai più giovani.
La manifestazione è  organizzata dal  Movimento  Ecosportivo Sportchallengers, in collaborazione con l'Ente  Parco Nazionale del Vesuvio e con il contributo del  Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e
del Mare.
Questa edizione si svolgerà dal 21 al 23  settembre nel Parco Nazionale del Vesuvio, quest’anno con  una marcia in più: il fine settimana sul Vesuvio infatti  prevede incontri e iniziative all’insegna dello “sport per  il sociale”: le attività sportive legate all’evento si  integreranno con quelle del programma di “Praticantato  Creativo” dedicato ai ragazzi che vivono in particolari  situazioni di disagio sociale e culturale, e che in questa  occasione diventano testimonial del Parco del Vesuvio per  promuovere insieme una campagna di sensibilizzazione per  la salvaguardia dei boschi d’Italia.
I ragazzi, insieme a tutti gli altri partecipanti,  affronteranno un corso di survival sperimentale e di  ecorunning, una “Scuola di natura attraverso lo sport” che  punta alla scoperta del territorio del Parco Nazionale del  Vesuvio, ed all’adozione di comportamenti ecologicamente  corretti.
Il corso sperimentale prevede attività come la costruzione  di un riparo, passaggi in corda (ponte tibetano, rete  orizzontale, discesa in corda nel cratere), nozioni di  orientamento, di primo soccorso e protezione civile, oltre  che una prova pratica di ecorunning nell’ultima giornata  del programma.
Inoltre quest’anno il corso e la prova finale di  ecorunning rientrano nelle attività sperimentali del Life  ambiente “SelfPAs”, che coinvolge numerose aree protette  italiane e che propone lo sviluppo di attività che possano  implementare forme di autofinanziamento delle aree  protette.

Infine, nella giornata di domenica alle 9.00,  contemporaneamente alla prova di ecorunning, prenderà il  via dal Palazzo Mediceo di Ottaviano la ormai consueta  gara di corsa in alta quota, lo skyrunning, che da anni  attira sul Vesuvio tanti appassionati della disciplina, ma  anche tanti professionisti, campioni mondiali della corsa  "verso il cielo"; quest'anno la gara si sposta dalla  classica strada Matrone, certificata come primo sentiero  "Mountain Fitness" dell'Italia meridionale, sui sentieri 1  “La Valle dell’Inferno” e 2 “
Lungo i Cognoli”, situati  sul versante sommano del Parco.
Nel corso della cerimonia di premiazione dei due eventi,  presso la scuderia del Palazzo Mediceo di Ottaviano,  l’Ente Parco proporrà un dibattito sul tema “la  salvaguardia dei Boschi attraverso l’attività sportiva”.

«Il successo che da anni riscontriamo quando proponiamo  manifestazioni sportive come il Surviving Day, la Vesuvio  Exhibition, l’ecorunning, inventata e sperimentata proprio  dal Parco Nazionale del Vesuvio non lasciano dubbi - dice  Amilcare Troiano, il numero uno dell’Ente vesuviano - lo  sport a basso impatto ambientale, soprattutto quello che  esalta il gioco di squadra e quando è condotto senza  spirito di competizione, diventa occasione di conoscenza,  di fruizione sostenibile, di valorizzazione del territorio, ed anche di salvaguardia dell’ambiente. Noi  crediamo molto nello “sport al naturale”, ovvero nell’idea  che sport, ambiente e salute possano essere veicolo di  formazione e promozione delle tematiche ambientali e  sociali. I Parchi sono delle palestre all’aria aperta, e  per di più gratuite e alla portata di tutti».

«Il “Movimento Ecosportivo” - afferma il presidente Carlo  Ferrari - fa del connubio sport/ambiente la sua missione.  L’attività sportiva che prevede soprattutto  l’accrescimento della conoscenza da parte del partecipante
è il mezzo che abbiamo scelto per il raggiungimento  dell’obiettivo. Noi intendiamo dare un contributo per la  salvaguardia dell’ambiente attraverso la presenza  “naturale” dell’animale “uomo” nei Parchi, luoghi  privilegiati, in cui svolgere un’attività a basso impatto ambientale è di grande importanza strategica; progetti  controllati che possono determinare un forte impatto  positivo non solo nel miglioramento dei servizi ambientali  sul territorio ma anche nel campo dei flussi turistici e  occupazionali nonché utili strumenti di controllo  indiretto e quindi di salvaguardia dell’eco-sistema».

Ma a volerlo vedere da vicino, che cosa è il “Surviving  Day”? Si tratta - in breve - di un corso-base di survival  ed ecorunning a carattere amatoriale, un progetto per lo  “sport al naturale”, un nuovo modo di intendere lo sport  che valorizza la conoscenza della natura e gli aspetti  salutistici. Sport, ambiente e salute diventano veicolo di  formazione e promozione delle tematiche ambientali,  sportive e sociali. I team, formati da tre elementi, per  tre giorni e due notti e in completa autosufficienza,  dovranno affrontare una serie di prove legate al mondo  della sopravvivenza. E da questa esperienza verrà anche realizzato un dvd, “lo Sport per l’Ambiente”, le cui  immagini saranno utilizzate per realizzare un documentario  a distribuzione gratuita nel circuito scolastico  raccontato dai protagonisti;

Si parte dunque domani pomeriggio alle 15 presso la  Riserva Forestale "Tirone alto Vesuvio": i partecipanti,  dopo un briefing iniziale, affronteranno due notti e tre  giorni sul Vesuvio, seguiranno lezioni di orientamento e  di ecorunning, impareranno a costruire un riparo,  effettueranno passaggi in corda, attraverseranno ponti  tibetani, impareranno le prime nozioni di pronto soccorso  e di protezione civile. Domenica il trasferimento ad  Ottaviano, da dove partiranno alle nove le gare di  skyrunning e di ecorunning. alla fine dell'evento, presso le Scuderie del Palazzo Mediceo di Ottaviano, le tematiche
dello sport compatibile saranno affrontate nel convegno  “La Salvaguardia dei Boschi d’Italia Attraverso l’Attività  Sportiva”, al quale parteciperanno, oltre al Sindaco di  Ottaviano, Mario Iervolino, ed al Commissario del Parco,  Amilcare Troiano, gli organizzatori delle prove sportive, Carlo Ferrari, Presidente del Movimento Ecosportivo Sportchallengers, Gianluca Bovero,esperto in survival,  l'Assessore alla Cultura del Comune di Ottaviano, Pasquale ciccarelli, Il Comandante del CTA del Corpo Forestale dello Stato, Ciro Lungo, l'Assessore provinciale  all'Agricoltura, Parchi e protezione Civile, Francesco  Borrelli; concluderà i lavori il Senatore della Repubblica  Marco Pecorario Scanio; la cerimonia di premiazione,  l'esposizione di produttori e la degustazione di prodotti  tipici concluderà in bellezza la Vesuvio Exhibition di  quest'anno, preludio alla tappa finale del Trofeo Ecosport 2007.


Pagina: 1 2 3 4 5 6 7


Credits - © Copyright 2017 by Ente Parco nazionale del Vesuvio - Tutti i diritti sono riservati - Webmail