Ti trovi qui: Home > Promozione > Accade nel Parco >Avvenimento nel Parco

Per segnalarci eventi ed appuntamenti contattateci in e-mail oppure telefonicamente ai seguenti numeri: Tel. +39 081/865.39.11 o Fax. +39 081/865.39.08

Altri avvenimenti


Archivio...

Ritorna al menù

Avvenimento nel Parco

Il Presidente Leone risponde ai bambini del Vesuvio

Le preoccupanti e talora drammatiche vicende provocate dalla minacciata apertura di una seconda discarica nel Parco nazionale del Vesuvio ha alimentato la vibrata protesta di cittadini, amministratori e Ente parco. Anche i bambini delle scuole dei comuni più direttamente coinvolti hanno manifestato la loro preoccupazione. Lo hanno fatto disegnando le loro impressioni e corredandole di brevi frasi di commento. Alcune di queste sono state pubblicate da “la repubblica” del 9 ottobre. Ad uno di questi bambini, Paola Vitulano, ha risposto il presidente con una lettera pubblicata l’11 ottobre:





"Cara Paola, ho letto su “la repubblica”  la tua lettera al presidente del Consiglio. È una delle tante che altri scolari come te hanno inviato, ma rispondo a te per tutti perché il tuo messaggio e il disegno che lo accompagna, sono entrati più direttamente al  mio cuore di presidente del Parco nazionale del Vesuvio.
Tu disegni la montagna in uno sfondo blu e su una terra verde ricolma di alberi. Poi vi fai sopra un frego e scrivi che “ormai non c’è più il Parco nazionale del Vesuvio”.
È un messaggio triste e rassegnato. Ma voglio dirti che se sono tanti i motivi di tristezza, non bisogna lasciarsi andare alla rassegnazione e lottare perché ciò che non ci piace non si verifichi e perché ciò che ci piace si realizzi. Ci piace che il Vesuvio e il monte Somma siano un parco nazionale. Ci piace, perché, come hanno scritto altri tuoi piccoli amici c’è un bel paesaggio, vi sono prodotti belli e buoni, e animali e piante. E perché vi sono tanti abitanti che hanno il diritto di vivere in un ambiente pulito  con l’aria respirabile.
Proprio per garantire questo diritto 15 anni fa fu istituito il Parco e il Parco non deve morire. Nei giorni scorsi è stato fatto un funerale al Parco e tu scrivi che “ormai non c’è più”. No, cara Paola, il Parco c’è. Leggi e provvedimenti assurdi che l’unione europea ha definito “un’aberrazione”, rischiano di compromettere tutto il patrimonio eccezionale che è chiamato a proteggere. Ma noi ci siamo, come ci sei tu, i tuoi amici, i tuoi genitori, i tuoi concittadini, i Sindaci, i Comitati dei cittadini, le associazioni ambientaliste.
Tutti insieme, senza violenza ma con la forza di chi sa di avere ragione, combatteremo senza timore questa battaglia di civiltà. Senza violenza e per il rispetto della legalità, la vinceremo. Sta tranquilla, il Parco c’è e ci sarà ancora".

Affettuosamente.

Il Presidente
Ugo Leone







Credits - © Copyright 2017 by Ente Parco nazionale del Vesuvio - Tutti i diritti sono riservati - Webmail