Ti trovi qui: Home > Territorio > Associazioni > Legambiente Circolo Ottaviano

Altre notizie

N.1

...a bordo del PARCO NAZIONALE DEL VESUVIO

...a bordo del 'Parco Nazionale del Vesuvio'


N.2

Progetto ECOCAMPUS - VESUVIO WILD

Progetto ECOCAMPUS - VESUVIO WILD


N.3

Guide esclusive del Parco nazionale del Vesuvio

Pubblicazione elenco delle guide esclusive del Parco nazionale del Vesuvio


N.4

Aggiornamento Short List del Parco nazionale del Vesuvio

Pubblicazione Short List di professionisti per attivitą di consulenza all'Ente Parco nazionale del Vesuvio


N.5

Disciplinare sull'utilizzo delle attrezzature informatiche, della posta elettronica e della rete internet sui luoghi di lavoro

Disciplinare sull'utilizzo delle attrezzature informatiche, della posta elettronica e della rete internet sui luoghi di lavoro



Ritorna al menù

Legambiente Circolo Ottaviano

LEGAMBIENTE
Circolo di Ottaviano "Mimmo Beneventano"*

STORIA

Legambiente Mimmo Beneventano inizia la propria attività di denuncia degli abusi del territorio agli inizi degli anni 80 come associazione locale, quindi aderisce a Legambiente nel 1989. Nel corso degli ultimi anni l'associazione ha legato il suo nome ad importanti iniziative tese a denunciare illegalita' diffuse sul territorio vesuviano, riuscendo a raggiungere importanti risultati (il blocco della nuova funicolare del Vesuvio, la chiusura delle discariche di Somma Vesuviana, Ercolano e Terzigno dislocate nel Parco Nazionale, le innumerevoli denunce contro le cave abusive , il dissesto idrogeologico, l'inquinamento dei pozzi e delle falde acquifere vesuviane, contro gli incendi boschivi, l'abusivismo edilizio, ), talora anche denunciando omissioni, inerzie ed inefficienze delle amministrazioni locali.

Dal 1994 ogni anno organizza e promuove il Piano di avvistamento e la campagna di sensibilizzazione contro gli incendi nell'area del Parco Nazionale del Vesuvio, in sinergia con gli altri Enti (Ministero dell'Ambiente, C.F.S., Ente Parco, Regione e Provincia). 3 Classi per l'Ambiente, 12 Bande del Cigno , 62 iscritti a tutto il 2002 sono alcuni dei principali numeri dell'associazione, i cui soci sono impegnati quotidianamente per la tutela dell'ambiente e la salute del cittadino, dalla battaglia contro le ecomafie, dal binomio occupazione e ambiente. Su quest'ultimo tema, Legambiente ha iniziato dal 1996 a proporre idee e progetti per creare nuova occupazione sfruttando le potenzialità offerte da una gestione più moderna, razionale e sostenibile delle grandi risorse ambientali e artistiche di cui l' area vesuviana dispone.

DI COSA CI OCCUPIAMO

1) Visite guidate nel Parco Nazionale del Vesuvio
La nostra associazione organizza passeggiate ecologiche in citta', nei centri storici dei Comuni vesuviani e nel Parco Nazionale del Somma - Vesuvio. Le passeggiate sono aperte a tutti, ma per coloro che non sono soci e' previsto un contributo minimo. Ad ogni partecipante viene distribuito un opuscolo o una serie di fotografie, materiale informativo comprendente notizie storiche, architettoniche e naturalistiche del luogo visitato .

2) Educazione Ambientale
Il volontariato di Legambiente ogni anno organizza tante iniziative con la scuola. Lo sportello e' un'ulteriore opportunita' per i ragazzi che vogliono diffondere nell'ambito scolastico notizie e spunti, approfondire le proprie conoscenze, realizzando o acquisendo materiali sull'educazione ambientale in modo qualificato ed innovativo.
L'aula didattica allestita presso la nostra sede comprende numerosi strumenti didattici audiovisivi multimediali, il centro di documentazione è aggiornato sulle innumerevoli tematiche ambientali del territorio vesuviano.

3) Sportello Ambiente e legalità
Nasce con l'associazione, lo sportello permette l'inoltro e la pubblicizzazione di denunce ed istanze di abusi ed atti vandalici in aree ricadenti nel parco nazionale. Le segnalazioni possono essere presentate verbalmente, presentandosi in sede, oppure per via telefonica o postale. Nello stesso tempo è attivo un centro di documentazione sul degrado vesuviano. L'attivita' consiste nella raccolta di foto che prendono in esame aree abbandonate o degradate, zone ad impatti antropici negativi. E' possibile far pervenire in sede i dati con le foto della zona interessata; il materiale puo' essere inviato anche a mezzo posta. L'associazione, oltre a presentare istanza alle autorita' competenti organizza mostre, pubblica notiziari su quanto presentato. I casi piu' gravi vengono trasmessi alle testate giornalistiche e televisive di interesse regionale e nazionale.

4) Campi di volontariato
Dal 1999 il circolo è impegnato nella organizzazione e nella gestione dei campi internazionali di volontariato, permettendo a centinaia di giovani provenienti da tutti i paesi del mondo di essere ospitati nell'area vesuviana. In cambio di poche ore di lavoro giornaliere per interventi di ripristino e recupero ambientale di sentieri, di avvistamento incendi, di monitoraggio di flora e fauna vesuviana, i ragazzi usufruiscono di vitto e alloggio presso istituti scolastici messi a disposizione dalle Amministrazioni comunali locali e con il contributo dell'Ente Parco Nazionale del Vesuvio.

5) Protezione Civile
Il circolo vanta una lunga esperienza di attività di protezione civile. Partendo da alcune esperienze di volontari dell'estate 1993 si è costituito un gruppo specializzato in operazioni di anticendio boschivo nelle aree del Parco Nazionale del Vesuvio; da allora ogni anno decine di volontari si occupano della vigilanza del vulcano più famoso del mondo, organizzando presidi fissi e mobili per l'avvistamento e la segnalazione di incendi nel Parco, in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato ed Ente Parco.
In seguito agli eventi franosi del 5 e 6 Maggio 1998 a Sarno e Quindici i volontari sono stati impegnati nell'organizzazione di un campo di volontariato finalizzato alle operazioni di soccorso e assistenza alle popolazioni colpite e all'ospitalità di centinaia di volontari giunti da ogni parte d'Italia. Nel corso del 2000 è stato costituito il gruppo Prociv-Beni Culturali, che si occupa della tutela e salvaguardia delle opere d'arte in caso di evento calamitoso. Il gruppo ha partecipato con successo alla messa in sicurezza di opere mobili nel corso di emergenze (Vicenza, 2001) e durante esercitazioni svolte a livello nazionale (S. Severino Marche 2000, Roma 2000, Caserta 2001, Ottaviano 2001). Alcuni membri del Gruppo hanno effettuato docenze in tutta Italia, su richiesta della Direzione Nazionale di Legambiente, in aree protette e in città dove sono attivi circoli di Legambiente Pro – Civ (Roma, Altamura, Catania, Parma, Potenza).

INFORMAZIONI

Telefono: +39/081/827.08.66
Fax: +39/081/827.08.66
E-mail: legambienteottaviano@libero.it


Credits - © Copyright 2017 by Ente Parco nazionale del Vesuvio - Tutti i diritti sono riservati - Webmail